Come fare pubblicità con i totem multimediali

Tra le numerose soluzioni tecnologiche su cui si può fare affidamento per farsi pubblicità e far conoscere il proprio brand, i totem multimediali si fanno apprezzare per la propria versatilità e per la semplicità di utilizzo che li caratterizza. Essi vengono considerati da molti addetti ai lavori come la nuova frontiera nel mondo del marketing, ma al di là delle definizioni ciò che più conta è la loro utilità dal punto di vista comunicativo e promozionale. Anche per questo motivo, qualunque tipo di attività commerciale vi può ricorrere, che si tratti di un negozio di vestiti, di una rivendita di articoli elettronici, di un lounge bar, di un ristorante, e così via.

Sempre più di frequente, per altro, i totem multimediali vengono sfruttati anche dai musei e dagli enti pubblici, per la diffusione di comunicazioni di natura istituzionale. Questi dispositivi digitali fanno dell'interattività il proprio punto di forza, a maggior ragione nel caso in cui siano muniti di uno schermo touch: grazie ad esso chiunque ha l'opportunità di interagire, per esempio scorrendo tra i vari contenuti, passando da un testo a un altro, visualizzando un filmato, e così via. Un'agenzia immobiliare potrebbe servirsi di uno strumento di questo tipo per far vedere le abitazioni e gli immobili che propone in vendita: per ognuno di essi potrebbe essere prevista la presenza di un'immagine su cui cliccare per ottenere informazioni in più.

Ecco, quindi, che i totem multimediali meritano di essere considerati dei veri e propri punti informativi, utilizzati per fornire dati, notizie e approfondimenti, ma anche semplici indicazioni sui prezzi dei prodotti in vendita in questo o quel negozio. Nulla vieta, poi, di brandizzarli, magari modificando i colori dei loro involucri esterni o prevedendo l'inserimento di loghi aziendali: una novità estetica che contribuisce a far conoscere ancora di più l'attività in questione.

In base al contesto in cui devono essere utilizzati, i totem possono essere da esterno o da interno. Se è vero che il loro compito non cambia, è altrettanto vero che le caratteristiche costruttive variano a seconda della destinazione: è evidente, infatti, che i totem da esterno devono essere progettati per riuscire a resistere a eventuali atti vandalici, ma soprattutto per non subire gli effetti dei vari agenti atmosferici. Se per la pioggia, la neve, la grandine e l'umidità c'è bisogno di uno strato impermeabile, una grande attenzione deve essere riservata anche alle alte temperature causate dai raggi del sole, che potrebbero innescare un pericoloso surriscaldamento. Ecco spiegato il motivo per il quale i totem esterni quasi sempre dispongono di un sistema di climatizzazione interno. Infine, è importante tenere conto anche della visibilità, che cambia a seconda dei riflessi dovuti alle luci artificiali tipiche di un ambiente chiuso o a quella naturale. 

admin