Dalla carta al bit, il riconoscimento del testo

Gli aspetti dell’intelligenza artificiale sono sempre più presenti nella nostra quotidianità e la loro evoluzione si scontra con un settore che sembra essere destinato ancora per molto tempo a dover fare i conti con la resistenza di chi, per diversi motivi non ha intenzione di effettuare aggiornamenti.

Molte persone preferiscono continuare ad affidarsi alla tradizionale carta e penna, per quanto online ormai siano omni presenti i moduli da compilare e i PDF editabili.

Riconoscere il testo per velocizzare l’acquisizione

C’è sempre una parte della popolazione che per diversi motivi, non soltanto di resistenza alla tecnologia, ma anche banalmente per il costo dell’hardware, ha bisogno di un accesso materiale alla compilazione di moduli, dati e testi.

Per questo lo sviluppo dei software per il riconoscimento della scrittura ha subito un impennata considerevole. Dalle spunte non sempre perfettamente centrate nel quadrettino dei moduli fino alle firme e alle parti di testo scritte a mano, ad esempio sulle bolle degli ordini, poter contare su un software in grado di alleggerire il processo per molte aziende è diventato un fattore critico.

Ne è un esempio tipico la mole gigantesca di dati raccolti durante le fasi vaccinali e la pandemia, per i quali sarebbe stato quasi del tutto impensabile predisporre un’infrastruttura informatizzata dedicata formata da tablet da fornire agli operatori per la compilazione.

Se, infatti, si fa un rapido calcolo il numero di dispositivi che sarebbero inevitabilmente finiti per rompersi, la campagna avrebbe letteralmente mandato sul lastrico l’infrastruttura pubblica.

Ovviamente il settore del riconoscimento della scrittura e dei software ad essa correlati non si limita al data entry in una situazione di emergenza, ma può comprendere accesso a infrastrutture ospedali, centri medicali, la gestione di modulistica di ogni tipo on-line e offline, fino alle firme acquisite in banca e tutto ciò che concerne la sicurezza del testo scritto.

Un errore di interpretazione, per quanto lieve, può ripercuotersi nel tempo e inficiare documenti, deposizioni e quant’altro. Considerando poi che la popolazione invecchia e che per molti l’utilizzo della tastiera è difficile, ecco che si capisce il quadro in cui si inseriscono i programmi come quelli di www.softwareletturaottica.it/.

Semplificare il data entry

Lo sviluppo di software di acquisizione da scrittura tradizionale è quindi uno dei task più importanti per molte aziende e l’acquisizione di programmi di fascia elevata, con caratteristiche professionali per la conversione nelle fasi di data entry analogico, trasformandolo in materiale digitale è diventato un elemento trainante.

Per la tua azienda può risultare un fattore critico e un costo importante, soprattutto se devi occuparti di gestire grandi moli di moduli scritti a penna, ad esempio per i contratti se hai degli agenti di commercio che lavorano nel settore porta a porta, oppure semplicemente se c’è la necessità di digitalizzare grandi quantità di testo scritto, ad esempio per il settore scolastico e della formazione.

Per questo è necessario mantenerti aggiornato. Infatti il passaggio tecnologico tra riconoscimento della parola scritta a penna e il digitale nativo può risultare critico per la tua efficienza aziendale e al tempo stesso offrirti occasioni per espandere considerevolmente il tuo pubblico di riferimento.

Attualmente la tendenza è quella all’implementazione di software altamente compatibile con i dispositivi più diffusi come smartphone, tablet e PC, lasciando da parte quando possibile l’hardware dedicato, che è costoso e ti obbliga spesso a una lunga interdipendenza con le piattaforme che te lo forniscono.

Inoltre, il riconoscimento attraverso dispositivi programmabili consumer di fascia di costo intermedia ti permette di offrire un servizio a più persone, perché ormai la fascia di popolazione che non ha accesso ad uno smartphone è molto ristretta e in calo.

Per questo che è necessario utilizzare un software che abbia un peso ridotto a livello computazionale per i dispositivi host e al tempo stesso una rapida capacità di risposta per quelli in remoto, ad esempio se decidi di installarlo sulle tue macchine e dare accesso attraverso un’interfaccia ai tuoi utenti.

Sia che la scrittura provenga dalla carta, sia che si tratti di acquisizione da schermo touch o superfici sensibili, quindi, tenersi aggiornati con software leggeri e precisi è un’esigenza irrinunciabile.

admin